Difesa ad oltranza l’inverno non vincerà

Già a partire dai primi mesi autunnali bisognerebbe valutare la strategia migliore di difesa per proteggersi dalle tipiche manifestazioni influenzali dell’inverno quali febbre, tosse e raffreddore.

Il freddo, il buio, il calo dell’energia, e il proliferare di virus e batteri, rende l’inverno il momento dell’anno in cui la nostra condizione fisica viene messa più a dura prova.
L’esposizione al freddo non è da sottovalutare e lo dimostrano alcuni studi epidemiologici (eseguiti nell’ultimo decennio) che hanno correlato l’impatto del freddo sulla salute con un incremento di rischio giornaliero di mortalità, in particolare per patologie cardiovascolari e respiratorie nella popolazione anziana (Guo 2014, Lian 2015, Sun 2018). Gli effetti maggiori si osservano nelle popolazione delle aree caratterizzate abitualmente da climi invernali più miti dove la capacità di adattamento del corpo umano alle basse temperature è ridotta.
Gli effetti del freddo possono aggravare alcune patologie croniche come quelle cardiovascolari, le malattie respiratorie quali asma nei bambini e broncopatie croniche (BPCO) negli anziani ma anche le più classiche infezioni respiratorie da virus e batteri. Il freddo può compromettere anche il benessere della cute soggetta a screpolature, disidratazione, geloni o congelamento e riacutizzare la sintomatologia di alcune malattie reumatiche come dolori articolari e tensioni muscolari (brividi involontari, contratture da attività fisica).

Per sostenere il nostro organismo e prepararlo alle basse temperature possiamo lavorare preventivamente con una strategia di difesa che attivi e sostenga il nostro sistema immunitario in primis.

DIFESE IMMUNITARIE

Il sistema immunitario, infatti, è la nostra difesa primaria da attacchi esterni di virus o batteri ma può essere compromesso da alcuni fattori, quali le temperature rigide nel cambio di stagione, lo stress, un’alimentazione scorretta, l’uso di antibiotici/farmaci ed altro ancora.
È bene partire d’anticipo rinforzando le proprie difese immunitarie seguendo un’alimentazione sana ed equilibrata, ricca in frutta e verdura di stagione e di almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno. Ci sono alimenti che non dovrebbero assolutamente mancare nella dieta quotidiana, come lo yogurt che apporta fermenti lattici, la frutta secca, fonte di omega-6, il pesce ricco di omega-3 e frutta come kiwi e agrumi che contengono vitamina C.

Quando la dieta non riesce a garantire il giusto apporto di questi nutrimenti, si può ricorrere all’ausilio di integratori alimentari, formulazioni che spesso combinano un equilibrato quantitativo giornaliero di vitamine e minerali a piante officiali tradizionalmente note come immunostimolanti o dall’attività antiinfiammatoria.

difese immunitarie inverno
L’Echinacea rinforza il sistema immunitario

LE DIFESE DALLA NATURA

L’Astragalo e l’Echinacea ad esempio: le radici di queste piante infatti sono ricche di numerosi principi attivi dagli effetti immunostimolanti, immunomodulanti e antinfiammatori e se assunte preventivamente ostacolano in modo efficace il proliferare di microrganismi patogeni.
L’Echinacea è anche un antivirale grazie alla sua capacità di inibire la degradazione dell’acido ialuronico che ostacola la permeabilità di alcuni virus (come gli herpes) per via connettivale e stimola efficacementele cellule del sistema immunitario.
L’assunzione dell’Uncaria potenzia e stimola la produzione di anticorpi grazie all’azione immunomodulante degli alcaloidi pentaciclici, i principi attivi più importanti del fitocomplesso, che inducono nelle cellule endoteliali il rilascio e la proliferazione dei linfociti B e T, responsabili della risposta immunitaria dell’organismo. Per questa ragione è indicata anche nel trattamento delle allergie oltre che preventivo alle malattie da raffreddamento.

La vitamina C, sia essa di origine naturale come quella contenuta in alta concentrazione nei frutti della Rosa Canina o degli agrumi sia essa pura, è utile in stati di stress, di raffreddore, di influenza e può essere assunta tranquillamente anche in gravidanza. È un efficace antinfiammatorio per i dolori articolari ed ha una spiccata attività antiossidante.
Il nostro sistema immunitario, infatti, quando si attiva, genera una serie di meccanismi di difesa che comportano la produzione di radicali liberi. L’accumulo di radicali liberi può essere però dannoso per il nostro stesso organismo: causa stress ossidativo e danneggia quindi anche le cellule. Perché questo non accada, è necessario garantire al nostro organismo il giusto apporto di vitamine e antiossidanti.

La Carica Papaya può essere d’aiuto. È una pianta della famiglia delle Caricacee diffusa in paesi tropicali (Brasile e Messico). Il frutto maturo viene fermentato con lieviti selezionati (Saccharomyces Boulardii) poiché questo processo aumenta il valore nutrizionale ed il contenuto di enzimi del frutto fresco. La Papaya fermentata è ricca di antiossidanti, licopene, Vitamine (A-B-C), Minerali, ed enzimi proteolitici. Da assumere in caso di stress, per contrastare l’invecchiamento cellulare, aumenta tono e vitalità grazie al contenuto di potassio e vitamina C, migliora e ottimizza le prestazioni fisiche, mentali e sportive. È inoltre immunostimolante e rinforza le difese organiche.

Minerali come Zinco, Magnesio, Manganese e Rame contrastano il danno ossidativo e rafforzano il sistema immunitario anche contro infezioni recidivanti. Un aiuto contro astenia e spossatezza, sintomi molto comuni nel cambio di stagione e nei mesi freddi, viene invece dalle Vitamine del gruppo B. B6 e B12, in particolare, contribuiscono infatti alla normale funzione del sistema immunitario e del sistema nervoso, favoriscono una normale funzione psicologica e una riduzione della stanchezza e dell’affaticamento.
Un corretto apporto di Vitamine e Minerali è necessario anche per il benessere intestinale. Non dimentichiamo che una parte consistente del nostro sistema immunitario risiede a livello intestinale. Il cosiddetto GALT (Gut Associated Lymphoid Tissue) è il tessuto linfatico associato all’intestino e rappresenta uno dei più importanti dipartimenti immunitari. L’intestino permette il transito di una notevole quantità di sostanze estranee ed è quindi costantemente e direttamente esposto alla sollecitazione antigenica batterica, alimentare, parassitaria e virale. La probiota è in grado di stimolare la formazione di anticorpi (IgAs) ed aumentare la risposta immunitaria, legare e disattivare agenti patogeni e occupare i siti recettoriali impedendo così l’aderenza degli agenti patogeni. L’assunzione di fermenti lattici favorisce pertanto la stimolazione delle difese organiche. anche in concomitanza della somministrazione di vaccini.

CUTE E STRUTTURA MUSCOLO-SCHELETRICA

In preparazione alla stagione invernale è necessario rinforzare preventivamente anche la pelle e la struttura muscolare-scheletrica in generale per evitare indebolimenti strutturali.
La cute infatti già con i primi freddi è soggetta a disidratazione, secchezza e screpolature, geloni (lesioni della cute reversibili) che compaiono se la parte cutanea è esposta al freddo, se bagnata o c’è vento forte. È importante rinforzare l’ecoflora e risolvere il discomfort con l’applicazione di principi funzionali che mantengano le normali barriere cutanee come probiotici, prebiotici e olii vegetali, sostanze ad effetto emolliente e nutritivo e proteggere le zone colpite ed esposte al freddo usando creme lenitive per attenuare il prurito, il pizzicore e la secchezza o ancora balsami per labbra specifici.
In presenza di forte freddo, le persone con dolori muscolari e osteoarticolari, possono avere una sintomatologia dolorosa più acuta, a livello nervoso, tendineo e muscolare per abbassamento della soglia del dolore. Per evitare l’acutizzarsi di contratture e tensioni muscolari dovute ai brividi di freddo è utile l’assunzione di Zenzero, valido antibatterico e antinfiammatorio.
Un recente studio dell’Università di Miami ha indagato ulteriormente sull’attività dei suoi principi attivi, i gingeroli, dimostrando come questi grazie alle loro proprietà infiammatorie, possano essere efficaci contro i gonfiori e i dolori da artrite o osteoartrite.

Proteggersi dal freddo quindi è possibile! Mettiamoci in guardia: pronti alla difesa ad oltranza!!

Chiara Benvegnù
R&D Phyto Garda

Scopri il nostro prodotto con Echinacea e Astragalo per le naturali difese dell’organismo

TREIMMUNO